Sanremo, la conferenza stampa in diretta | Amadeus si commuove. Frankie Hi Nrg: «Angelina Mango vincente grazie a una casta mediatica». Lei: «Mi spiace»

admin
15 Min Read


• Conferenza stampa finale di Sanremo: l’ultima di Amadeus come conduttore e direttore artistico
• Prima di lui, a parlare sono stati i vincitori, a partire da Angelina Mango: qui la classifica finale del Festival
• Intanto, sono arrivati i dati degli ascolti della finale, clamorosi: share oltre il 74 per cento, per oltre 14 milioni di telespettatori, record dal 1987 — un’era geologica, per la televisione

Ore 14:08 – L’addio di Amadeus al Festival: «Ora mi devo fermare, servono altre idee»

(Renato Franco, inviato a Sanremo) Porta aperta o chiusa? L’amministratore delegato della Rai Roberto Sergio sembra non voler sentir parlare di un Festival di Sanremo senza Amadeus: «A chi mi chiedesse come sarà il Festival 2025, risponderei che ora è il tempo di lasciar decantare il tutto. Con Amadeus e Fiorello ci vedremo tra una quindicina di giorni per un debrief su quello appena concluso trionfalmente».

Amadeus però non ne vuole sentire parlare: «Qualcuno ricorderà che dissi già a maggio che questo sarebbe stato l’ultimo Festival, ma nessuno ci ha creduto. Sento realmente che mi devo fermare. Questo non significa che vado a fare l’eremita, ma che ho bisogno di trovare altre idee, provare altre sfide, cercare altre scommesse».

Amadeus ha chiuso la sua favola andando via in carrozza con Fiorello: «Quando sono sceso dal palco il primo pensiero è stato di gioia. Con Fiorello ci siamo divertiti, sentivamo l’adrenalina scorrere, come quando finisce un partita e alzi la coppa: rimane una fotografia che non dimentichi più. Scaricata la tensione, ho provato emozioni di serenità e leggerezza».

I numeri sono stati incredibili: la serata finale del Festival è stata vista da 14.301.000 spettatori (con il 74,1% di share). mentre l’anno scorso furono 12.256.000 con il 66%. Ascolti e mercato. Perché questa edizione è stata la più ricca per le casse di Rai Pubblicità con introiti che arrivano a 60,2 milioni di euro. L’asticella per chi arriva dopo Amadeus è già piazzata parecchio in alto.

Ore 13:57 – Amadeus e Fiorello, un varietà insieme?

«Ci conosciamo da 38 anni, non abbiamo sempre lavorato insieme, ma in questi anni l’abbiamo fatto benissimo. Ora non ci sono progetti specifici», dice Amadeus, parlando di Fiorello.

Poi ammette che l’ad Rai sogni un varietà, «”Attenti a quei due”: ma al momento ciascuno di noi ha voglia di tornare nel proprio mondo, lui a VivaRai2, io nel mio mondo».

Ore 13:34 – Amadeus, una sesta edizione? Lui: «È il mio ultimo festival, mi devo fermare»

Ancora una volta, ad Amadeus viene chiesto se potrà ripensarci, e valutare di condurre e dirigere per una sesta volta il Festival. Amadeus risponde: «Ringrazio moltissimo l’ad Sergio per avermi fatto lavorare in totale autonomia. Spiragli? Avevo detto già a maggio che sarebbe stato il mio ultimo Festival, nessuno mi aveva creduto, ma è così: sento davvero che ci dobbiamo assolutamente fermare, e pensare ad altro, ad altre sfide».

Intanto, Fiorello ha ripostato sul suo account un meme: nell’illustrazione si vedono lui e Amadeus sul divano, avvolti da un plaid a quadri che li copre fino alla testa e con due enormi scodelle di popcorn. Sotto, la scritta: «Sanremo 2025».

Ore 13:29 – Le polemiche sul televoto – ancora una volta

Tornano, nel corso della conferenza stampa, le polemiche sul risultato finale: «Possibile che Geolier, con il 60 per cento del televoto, sia arrivato secondo?», è la domanda.

Amadeus non risponde, Ciannamea spiega che il regolamento era noto dall’inizio: e il regolamento chiariva che il televoto sarebbe valso per il 34% sul totale, tanto quanto la giuria della sala stampa (33%) e delle radio (33%).

La Rai ha comunque promesso che «farà una riflessione» sul sistema di voto.

Ore 13:23 – «62 milioni e 182 mila euro»

Sessantadue milioni e 182 mila euro: è la cifra – dichiarata dalla Rai in conferenza stampa – raccolta da rai Pubblicità durante il Festival.

Ore 13:07 – Lo share tra i giovani

È stata una delle note costanti delle conferenze stampa di questi giorni: la grande percentuale di giovani nel pubblico del Festival.

Sanremo 2024 registra il «66% di share medio per l’intero festival, 1,5% in più dell’anno scorso ed il miglior risultato dal 1995», ha detto Marcello Ciannamea, direttore Intrattenimento Prime Time della Rai. E «l’82% di share tra i 15-24enni è una cosa strepitosa».

Ore 13:00 – «Un risultato storico»

«Il Festival appena concluso è, per un uomo Rai – quale sono – motivo di grandissimo orgoglio. E di altrettanta riconoscenza per le donne e gli uomini di questa azienda – in tutte le sue componenti, e sottolineo tutte – che hanno realizzato qualcosa di unico. In Italia, credo nessuno sarebbe in grado di realizzare un grande evento come questo. Questa Rai, sì. Per questo mi auguro che venga dato agli incredibili risultati di un Festival entrato nella storia, il rilievo che meritano e che meritano le lavoratrici e i lavoratori Rai».

Inizia così la nota dell?Ad Rai Sergio, letta in conferenza stampa.

Nella nota, Sergio si complimenta con Amadeus, ricordando alcuni dei passaggi decisivi del Festival e i molti protagonisti, da Fiorello a Mengoni, da Giorgia a Teresa mannino a Lorella Cuccarini, a Roberto Bolle.

«Non sono mancate le polemiche, a volte eccessive, come nel caso della protesta degli agricoltori: già mercoledì Rai aveva detto cosa avrebbe fatto e così è stato fatto, con la lettura di un estratto del loro messaggio da parte di Amadeus», continua Sergio.

Ore 12:57 – La commozione di Amadeus, le battute di Fiorello

Amadeus arriva in conferenza stampa visibilmente commosso. E commosso resta, con gli occhi rossi, mentre Fiorello – in collegamento telefonico – scherza: ««Mi ha fatto ridere tantissimo che il picco c’è stato quando abbiamo fatto la pubblicità palese. Da Armani hanno chiamato subito la signora che ci dava i vestiti: non erano contenti, erano preoccupati di finire come le scarpe di John Travolta…».

Ore 12:50 – L’ad Rai Sergio: «Amadeus? Ne riparliamo fra 15-20 giorni»

«Sono molto soddisfatto»: così l’amministratore delegato della Rai Roberto Sergio sui risultati del quinto festival di Sanremo targato Amadeus.

Su un eventuale sesta direzione artistica, esclusa al momento dal conduttore tv, Sergio ha detto, salutando singolarmente i giornalisti presenti in sala stampa all’Ariston: «Ne riparliamo tra 15-20 giorni. Adesso lasciamo decantare la cosa…».

Ore 12:30 – La polemica di Frankie Hi Nrg sulla vittoria di Angelina

«Comunque se fossi uno di quel 60% che ha televotato #Geolier, spendendo dei soldi per far vincere il mio beniamino, e lo vedessi scavalcare da chi ha preso un misero 16%, vincente per mano di un manipolo di membri di una casta mediatica, ecco forse mi sentirei preso in giro».

A scriverlo, su X, è stato Frankie Hi NRG: e quando questo tweet viene letto ad Angelina Mango, la vincitrice di Sanremo resta stupita: «Ma l’ha scritto davvero Frankie Hi Nrg? Sì? Mi spiace molto, io lo stimo un sacco». Per poi ribadire: «Non vivo Sanremo come una competizione, ma come una occasione. Cantare, vedere i fan, questa è la mia vittoria».

Ore 12:27 – «Voglio mangiare una pizza con i miei amici»

Cosa voglio fare appena arrivata a casa? «Andare a mangiare una pizza con gli amici», ride Angelina Mango.

E Geolier: «T’a facc’io la pizza, Angelì!»

Ore 12:25 – Il ruolo di Amici, il ruolo del padre

«Sì, ho sentito Maria» De Filippi, ha detto. «Mi ha aiutato a superare le paure, a dare il meglio di me».

E ancora sul padre: «Di che cosa sarebbe orgoglioso? Sono una persona educata e gentile: credo che sarebbe orgoglioso, prima di tutto, di questo».

Ore 12:23 – Angelina Mango e la famiglia con sé, sul palco

Angelina Mango: «Questa settimana sono stata lontana dalla mia famiglia, fisicamente. Ma avevo con me, sempre, sul palco tutte le persone che amo».

Ore 12:20 – Il televoto, e le polemiche che ne sono seguite

Angelina Mango risponde a una domanda sulla differenza tra la classifica finale (nella quale ha vinto) e la classifica del televoto (che pesava per il 34% del totale, e nel quale Geolier ha superato Angelina Mango).

«Avendo vissuto questa esperienza in maniera molto istintiva e concentrandomi su quello che stavo facendo, non ho seguito le polemiche. Non ho vissuto questo Festival come una competizione, non ho pensato alla classifica. Io sono contentissima che i miei colleghi abbiamo delle canzoni che ascolteremo per tantissimo tempo, mi piace condividere con loro questa fortuna».

Geolier: «Il cammino mi è piaciuto assai. Mi porto a Napoli dei bei ricordi di Sanremo. Il festival è una gara a sé, non contano gli streaming. Non funziona in base a questo. Io sono contento di tutto», dice smorzando qualunque polemica, anche relativa a possibile pregiudizio nei confronti di Napoli e dei napoletani. «Forse se parliamo degli anni ’50. Penso sia passata questa cosa».

Annalisa: «Faccio i complimenti ad Angelina e a Geolier, sono contentissimo dei risultati sulle piattaforme, di tutti. E basta».

Ore 12:17 – Angelina Mango: «Non mi aspettavo di vincere». E risponde sulla canzone del padre

Angelina Mango definisce questa come «la settimana più bella della mia vita. La canzone di mio padre, cantata durante la serata delle cover? Un omaggio, rispettoso. L’amore che mi è arrivato da parte del pubblico ha reso fiera me e tutta la mia famiglia».

Ore 12:14 – Annalisa e l’autotune

«Commossa al momento della proclamazione della classifica? No, emozionata però sì. Se ho cantato in autotune? Non vale nemmeno la pena di rispondere»

Ore 12:13 – Arrivano Angelina Mango e Annalisa

Angelina e Annalisa Mango arrivano in conferenza stampa.

Angelina Mango conferma che rappresenterà l’Italia all’Eurovision Song Contest.

Ore 12:10 – Le parole di Geolier

Il primo a presentarsi in conferenza stampa è Geolier, vincitore della serata delle cover e dei duetti.

«Mi sono goduto tutto, di questo percorso», dice, nonostante il secondo posto nella classifica generale. «Mi porto via un grande ricordo, di Sanremo».

«Amarezza? No, volevo portare il napoletano, e ho già vinto».

Ore 11:55 – La polemica sulle prese di posizione pro palestinesi dal palco

«Ritengo vergognoso che il palco del Festival di Sanremo sia stato sfruttato per diffondere odio e provocazioni in modo superficiale e irresponsabile»: a scriverlo su X è stato l’ambasciatore di Israele in Italia, Alon Bar.

«Nella strage del 7 ottobre, tra le 1200 vittime, c’erano oltre 360 giovani trucidati e violentati nel corso del Nova Music Festival. Altri 40 di loro, sono stati rapiti e si trovano ancora nelle mani dei terroristi insieme ad altre decine di ostaggi israeliani. Il Festival di Sanremo avrebbe potuto esprimere loro solidarietà. È un peccato che questo non sia accaduto».

Nel corso delle serate, diversi artisti hanno fatto appelli per la pace; durante la serata finale, quella di ieri, ci sono state due episodi in particolare:
– al termine della sua esibizione, Ghali ha chiesto all’«alieno» che stava con lui sul palco se volesse dire qualcosa: dopo averlo «ascoltato», ha «riferito» queste parole: «Stop al genocidio»;
– durante l’esibizione di Tedua (non in gara, e non all’Ariston), alcuni ragazzi hanno sventolato bandiere palestinesi.

Su Ghali la polemica si era già accesa per il testo della canzone, dove un verso parla di «bombardare gli ospedali».

Ore 11:50 – Gli ascolti, clamorosi

La serata finale di Sanremo ha fatto registrare dei dati di ascolto clamorosi – che rimarranno nella storia del Festival, e che peseranno, inesorabilmente, su chiunque avrà il compito di succedere ad Amadeus nel ruolo di conduttore e direttore artistico del Festival stesso.

A seguire la serata sono stati, in media, 14 milioni 301mila telespettatori, pari al 74,1% di share. Lo scorso anno i dati furono 12.256.000 spettatori e 66% di share.

La serata di chiusura del Festival più vista di sempre è stata quella del 1987 con 18.300. 000 spettatori e 77,5% di share: ma nella conferenza stampa di ieri la Rai faceva notare che nel 1987 «c’erano sette reti, e non esisteva nulla dell’offerta di piattaforme – dai social alle piattaforme di streaming».



Source link

Share This Article
Leave a comment