Scuola, alimentazione e sostenibilità: al via il progetto “Rural”

admin
3 Min Read


SAN GIUSTINO – Da giovedì 15 febbraio prenderà il via il progetto “Rural” realizzato da cinque aziende agricole e che coinvolge i territori di San Giustino, Montone e Assisi per sensibilizzare i giovani verso una dieta consapevole. Coinvolgerà l’Istituto comprensivo “L. Da Vinci” di San Giustino. In qualità di partner vede le aziende agricole Paradiso Bio Assisi Società Agricola semplice, Agricola San Martino, Fortebraccio Bio sas, La Fornace società Agricola semplice, La Cerqua Società Agricola semplice e la cooperativa sociale A piccoli società, responsabile della formazione presso gli Istituti scolastici. 

Il coordinatore del progetto, Franco Sediari, e l’assessore alle Politiche scolastiche del Comune di San Giustino, Milena Crispoltoni, concordano nel sottolineare l’importanza e innovatività dei temi trattati, quali favorire l’adozione di corretti comportamenti alimentari e nutrizionali mediante precise indicazioni al fine di acquistare un atteggiamento maggiormente critico nei confronti di ‘ciò che si mangia’ e rendendo il momento del pasto ‘educativo’ sia a scuola che nell’ambiente familiare; promuovere l’interdisciplinarietà dell’educazione alimentare informando i ragazzi sugli aspetti storici, culturali (relazione uomo cibo) e antropologici legati alle produzioni agroalimentari e al loro territorio d’origine; fornire una visione completa delle attività e delle problematiche dalla produzione al consumo degli alimenti (dal campo alla tavola), nonché la capacità di intervenire con misure atte a garantire la sicurezza, la qualità e la salubrità degli alimenti, a ridurre gli sprechi, a conciliare economia ed etica nella produzione, conservazione e distribuzione degli alimenti.

HANNO DETTO

“Il percorso formativo – riferiscono Crispoltoni e Sediari – si concluderà nel mese di maggio con una visita guidata che permetterà agli alunni delle classi coinvolte di fare un ‘viaggio’ attraverso la conoscenza del mondo agroalimentare umbro e dei suoi prodotti mediante un’esperienza diretta presso una struttura. I ragazzi, accompagnati dai docenti, avranno modo di conoscere il sistema agroalimentare umbro che si caratterizza per l’alta qualità dei prodotti esportati in tutto il mondo e per la particolare capacità imprenditoriale. Saranno loro illustrate le diverse fasi di produzione, trasformazione, conservazione e consumo dei singoli alimenti e nello specifico dei prodotti territoriali, al fine di trasmettere la cultura della biodiversità e della sostenibilità dell’agricoltura, favorendo la comprensione che è opportuno mangiare quanto il territorio nella stagione produce, perché sano, fresco e nutrizionalmente migliore”. 

L’assessore Crispoltoni ha poi aggiunto: “Un grazie alla nostra scuola, al dirigente Filippo Pettinari e ai docenti per aver accolto un progetto così importante e attento a molteplici aspetti e che permette, ancora una volta – una efficace sinergia con il mondo della scuola”.



Source link

Share This Article
Leave a comment