“Operato al cuore al Santa Croce, mi sono sempre sentito in mani capaci e affettuose” – Targatocn.it

admin
3 Min Read


Gentile direttore,

Quando si arriva agli ultimi giorni dell’anno, si tiranno un pò le somme di ciò che è stato; per me molto travagliato ma concluso con successo!

Ad ottobre subisco un importante intervento cardiochirurgico a cuore aperto, di tanta durata, so dire che son stato sotto anestesia 14 ore. 

Tutto si svolge all’ospedale S.Croce e Carle di Cuneo dall’equipe guidata dal dott. Maurizio Roberto.

Dalla mia esperienza personale posso dire quanto il sistema sanitario abbia funzionato per il meglio e senza lunghe attese a scanso di cosa si sente dire di negativo a riguardo. Oggi con questa lettera voglio esprimere il mio apprezzamento e stima nei confronti di tutto il personale sanitario, medici, anestesisti, infermieri ed oss che ho incontrato in questa mia avventura in cardiochirurgia ed in Intensiva.

Inoltre devo dire grazie al centro riabilitativo Stella del Mattino di Boves  dai fisioterapisti, psicologi e cardiologi se la mia problematica si è risolta con successo e sto tornando a vivere la mia vita con salute e qualità.

Mi sono sempre sentito in mani capaci e affettuose, non sarò mai abbastanza grato al prof. Roberto e a ogni singolo infermiere/a che si è preso cura di me.

Tutto nasce da un mio scrupolo , ero sempre stanco ed affaticato , dapprima davo causa al carico di lavoro , all’età (56) ma il tutto non mi tornava così decisi di fare una visita cardiologica con il SSN  e da questa inizia il mio iter grazie alla scrupolosità dei cardiologi dell’ ospedale di Fossano e del dott. Tanga dell’ospedale di Cuneo .

Fino ad arrivare alla cardiochirurgia, un mondo per me sconosciuto  che non pensavo di affrontare “per un po di stanchezza” .

Fate tesoro della mia esperienza, controllatevi quanto più potete, sperando soprattutto che abbiate la stessa fortuna che ho avuto io!

 Perché il cuore è subdolo e ci frega non soltanto in amore, ma anche nella salute!

Nel concludere, vorrei inoltre plaudire la Regione Piemonte, Assessorato alla Sanità, che ha puntato sul far crescere un’eccellenza come l’ospedale Santa Croce e Carle  di Cuneo, dove operano professionisti di tutto rispetto.



Source link

Share This Article
Leave a comment