Grano saraceno: glutine, indice glicemico e tutte le sue proprietà

admin
4 Min Read


Non è un cereale e non contiene glutine. In più è un gustoso concentrato di proteine, vitamine e sali

Originario della Siberia e della Manciuria, il grano saraceno offre un profilo nutrizionale che si pone a metà strada tra cereali e legumi. Appartiene alla famiglia delle Polygonaceae e prospera in climi moderatamente freddi. Poiché è completamente privo di glutine, è indicato per chi soffre di celiachia o intolleranza al glutine, mentre la sua ricchezza nutrizionale comprende vitamine del gruppo B, vitamine E, fibre, proteine in abbondanza, oltreché grassi e minerali. Inoltre, vanta una varietà di amminoacidi essenziali che lo rendono un valido alleato per una dieta equilibrata; senza contare che è molto gustoso e saziante. In Italia, soprattutto nelle province di Sondrio e Bolzano, il grano saraceno trova spazio nelle tradizioni culinarie locali, nella preparazione della polenta taragna e dei pizzoccheri valtellinesi.

Grano saraceno: indice glicemico e peso

—  

Il grano saraceno si distingue per il suo basso indice glicemico, che lo rende un prezioso alleato nella gestione del peso corporeo e della glicemia. Una volta trasformato in farina, mantiene un particolare amido a lenta assimilazione che viene digerito e assorbito gradualmente dal corpo, evitando i temuti picchi glicemici. Questa proprietà torna utile non soltanto ai pazienti diabetici, ma anche ai soggetti sani perché aiuta ridurre la sensazione di fame e contribuisce al controllo dell’appetito e alla gestione del peso. Inoltre, il grano saraceno offre una fonte sostenibile di proteine di alta qualità che possono sostituire efficacemente altre fonti proteiche ad alto contenuto di grassi, contribuendo così a preservare la salute cardiovascolare.

profilo nutrizionale

—  

Il grano saraceno offre un profilo nutrizionale ricco e bilanciato: 100 grammi di prodotto forniscono circa 343 calorie, con una composizione che comprende 9,75 grammi di acqua, 13,25 grammi di proteine e 3,40 grammi di lipidi, oltreché 71,50 grammi di carboidrati e 10 grammi di fibre. Inoltre, è una fonte significativa di niacina (7,020 mg), acido pantotenico (1,233 mg), riboflavina (0,425 mg), vitamina B6 (0,210 mg) e tiamina (0,101 mg). Per quanto concerne i minerali, il grano saraceno contiene potassio, fosforo, magnesio, calcio, zinco, ferro, manganese, rame e 1 mg di sodio.

benefici e controindicazioni

—  

La presenza di rutina conferisce al grano saraceno proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, utili nella prevenzione di disturbi della coagulazione (per esempio le emorroidi); tuttavia, potrebbe interferire con alcuni farmaci. Dal punto di vista nutrizionale, sebbene possa risultare meno ricco di proteine rispetto ad altri semi simili come la quinoa e l’amaranto, il grano saraceno offre una buona gamma di aminoacidi essenziali, vitamine del gruppo B e minerali essenziali come il magnesio e il fosforo. Ricco di fibre, il grano saraceno favorisce il regolare transito intestinale e contribuisce alla riduzione dei livelli di colesterolo nel sangue, migliorando la salute cardiovascolare. La sua assenza di glutine lo rende adatto anche per i soggetti con intolleranze o sensibilità specifiche, e pertanto può essere mangiato tranquillamente anche più volte a settimana.



Source link

Share This Article
Leave a comment