Come risparmiare sul cibo per animali

admin
11 Min Read


Non c’è bisogno di scegliere prodotti scadenti oppure di arrendersi ai pasti a base di avanzi della nostra tavola (cosa sconsigliata da tutti i veterinari) per risparmiare sulle spese per il cibo dei cani. Ci sono altri metodi, semplici ed efficaci, per non sprecare soldi e garantire un ottimo di livello di alimentazione dei cani. A  partire dalla ricerca degli sconti, molto frequenti, sui negozi online e dall’acquisto di confezioni di croccantini molto grandi che costano meno.

COME RISPARMIARE SUL CIBO PER ANIMALI

I cani costano. Ed è giusto che sia così: meritano cure, attenzioni, protezione, assistenza. E innanzitutto una vita più che dignitosa, più che sostenibile. Ricordiamolo: sono i nostri compagni di vita, e ci regalano grandi gioie e grandi piaceri. Guai a sprecare la loro meravigliosa compagnia.

QUANTO COSTA MANTENERE UN CANE

Un calcolo preciso sulle cifre che dobbiamo mettere nel conto del budget familiare (altra cosa da tenere sempre presente: gli animali domestici fanno parte della nostra famiglia) non è facile, in quanto le variabili, comprese le spese impreviste, sono davvero tante. Facciamo due esempi. Se il cane vive con un single o con una coppia che non desidera portarlo sempre dietro nei viaggi o nelle uscite di casa, allora nelle spese per la cura dell’animale rientrano anche i costi di dog sitting. Secondo esempio: se il cane ha la fortuna di vivere a lungo, diventa inevitabile, proprio come nel caso dell’uomo, che le sue spese veterinarie, medicinali compresi, aumentino.

LEGGI ANCHE: Giocare con il cane? Fatelo tutti i giorni. E seguite questi consigli su spazi e oggetti

COME RISPARMIARE SULLE SPESE PER GLI ANIMALI DOMESTICI

In generale, la forchetta dei costi di un cane, senza eccessi e seguendo i consigli che vi diamo in questo articolo, varia da 20 a 100 euro al mese. Nulla rispetto agli eccessi compulsivi, e dunque agli sprechi, che pure si registrano in alcuni “amanti” della compagnia di animali domestici. In Inghilterra, un paese dove spesso circolano denaro facile e sprechi facili, hanno fatto molto scalpore le conclusioni di una ricerca sui costi davvero stratosferici dei cani nelle famiglie a reddito alto della popolazione. Si arriva a 1.800 euro al mese, pari a 23.500 euro l’anno. Numeri insostenibili per persone e famiglie con entrate normali.

COME RISPARMIARE CON IL CANE

Ma come si risparmia con il cane facendolo vivere comunque nel modo migliore? Quali sono gli accorgimenti più semplici e anche più utili? Bisogna innanzitutto evitare gli sprechi, considerando che tutto l’universo degli animali domestici è anche una grande industria, con le relative sollecitazioni agli acquisti. Non sempre necessari. Altre volte, invece, indispensabili.

  • Una componente importante dei costi per il cane riguarda il cibo. Qui bisogna essere semplicemente attenti a due cose. La prima è che i veterinari, quasi sempre, sconsigliano un’alimentazione dei cani attraverso gli avanzi della cucina. Non garantiscono la necessaria dieta equilibrata. Servono il cibo secco e in scatola, i croccantini, i biscotti: cioè acquisti, se non sapete farli (bene) in casa. Da qui la seconda attenzione: scegliere prodotti che garantiscono il migliore rapporto tra qualità e prezzo. Proprio come nel caso della spesa familiare.
  • Il cibo per i cani va acquistato con metodo. Ovvero: preferite sempre confezioni grandi (in genere sono più convenienti), controllate che la data di scadenza sia lunga nel tempo (i cibi secchi di solito non hanno scadenza), fate una ricerca essenziale online per scoprire i venditori più convenienti, scegliete un fornitore di fiducia al quale potete restare fedeli. E se i croccantini sono in abbondanza, conservateli in barattoli di vetro, oppure con chiusura ermetica. Conservano gusto e freschezza.
  • Non siate superficiali con le etichette dei prodotti: basta leggerle con un minimo di attenzione e capire quanto il cibo per cani che state comprando abbia ingredienti davvero naturali. E la sua “genuinità” non sia, magari, un bluff del marketing della pet industry.
  • Sempre a proposito di cibo, se avete bisogno di ossa per il vostro cane per farlo giocare, non andate alla ricerca di quelle finte e più costose: rivolgetevi al macellaio di fiducia, e lui sarà in grado di darvi ciò che vi serve, con la massima sicurezza per il cane. A costo zero.

  • I cani non sono tutti uguali, esattamente come gli uomini. Hanno una loro unicità. E la razza di un cane, la specie alla quale appartiene, è molto importante per impostare un’alimentazione corretta e, in generale, uno stile di vita che coniughi salute e risparmio. Ecco un elenco completo con tutte le diverse razze di cani con le loro caratteristiche.
  • Dopo il cibo, c’è il costo del veterinario. Non siate avari. Lo fareste con il medico dal quale dipende la vostra salute? E allora non è giusto farlo con il medico del cane. Piuttosto non siate ossessivi con esami e indagini inutili, non sprecate né tempo né soldi con visite superflue. E scegliete un veterinario che resti per tutta la vita dell’animale.
  • Un ambito di spesa nel quale lo spreco è proprio dietro l’angolo è quello dei gadget per i cani. Per esempio collari e guinzagli. Se avete voglia di togliervi qualche sfizio, fatelo: ma non esagerate. La sobrietà è un pezzo della vita sostenibile, per gli uomini come per i cani. Piuttosto, occhio a due componenti essenziali di questi oggetti: devono essere confortevoli per il cane, e di buona qualità. Evitate di risparmiare con prodotti contraffatti. È uno spreco, in quanto poi dovrete ripeterli continuamente, e non state curando bene il vostro cane. Meglio un guinzaglio vecchio ma originale, che uno nuovo ma di pessima qualità.

CIBO PER CANI FATTO IN CASA

Il cibo per cani fatto in casa si prepara con verdure, ortaggi e carne macinata. Ci sono diverse diete che si possono scegliere, anche sulla base delle condizioni del cane (se ha un peso regolare, se si trova in sovrappeso, se tende all’obesità). Anche i cani hanno bisogni di un’alimentazione sana ed equilibrata, nella quale non possono mancare, con moderazione, i carboidrati. Infine, a casa potete preparare le crocchette per il cane che nei negozi specializzati costano una fortuna!

CIBO PER GATTI FATTO IN CASA

Il cibo per gatti fatto in casa è sicuramente una scelta low cost, ma non per questo dannosa per l’animale. Esistono diverse ricette con carote, riso, carne magra o con il pesce e il riso. Ma esistono anche cibi da non dare in alcun modo al gatto.

GIOCHI PER I CANI: COME RISPARMIARE

Lo stesso discorso vale per i giochi. Con una variabile importante, che potete prendere in seria considerazione per risparmiare sulle spese per il cane e fare un taglio significativo al vostro budget per gli animali domestici. Divertitevi a costruire in casa giocattoli per i cani fai-da-te. Anche con riciclo, riutilizzo e recupero di tanti oggetti che altrimenti finirebbero nella spazzatura. Il cane sarà felice, e voi avrete evitato un inutile spreco.

CHE COSA I CANI E I GATTI NON POSSONO MANGIARE

Quando date del cibo in casa ai vostri animali domestici, in particolare cani e gatti, fate molta attenzione a ciò che scegliete. Ci sono cibi che cani e gatti non possono assolutamente mangiare.

  • Patate. Contengono la solanina, una sostanza che può fare male al cane. Datele raramente, ben cotte, e con piccole dosi.
  • Caffè e tè. Vietatissimi: eccitano inutilmente cani e gatti, e possono causare vomito e disturbi intestinali.
  • Cioccolata. In questo caso il rischio nasce dalla teobromina, una sostanza che può persino avvelenare il cane e il gatto.
  • Dolci, torte e gelati. Contengono zuccheri in dosaggi che alterano il metabolismo degli animali domestici ( da qui obesità e diabete) e attenzione anche al latte: gli animali più adulti potrebbero non essere più in grado di digerire il lattosio. E sono guai.
  • Frutta secca. Specie noci e castagne, ma anche mandorle, pistacchi e nocciole: cani e gatti  fanno fatica a digerire questo tipo di cibo.
  • Cibi crudi. Cani e gatti non sono adatti per un menù a base di sushi. Il loro organismo funziona diversamente dal nostro, e non digerisce bene questo tipo di cibi. Per loro, cuocete sempre carne, pesce e uova.
  • Avocado. Contiene la persina, una tossina fungicida, molto tossica per gli animali domestici.
  • Frutta. Non tutta la frutta è adatta, come per noi, all’alimentazione di cani e gatti. Evitate, per esempio, uva e uvetta. Ma in ogni caso, qualsiasi frutto date a un cane oppure a  un gatto, fate la massima attenzione sul fatto che non contenga semi. Pericolosissimi.
  • Avanzi di ossa, specie di pollo. E’ uno degli errori che si possono fare più spesso nell’alimentazione domestica di cani e gatti. I primi specialmente sono ghiotti di ossa, e ci giocano oltre che mangiarle. Da qui il fatto che le ossa diventano schegge, pronte a perforare l’intestino.

IDEE, RICETTE E CONSIGLI UTILI PER CHI HA IN CASA UN CANE O UN GATTO:



Source link

Share This Article
Leave a comment