Torna a volare la Blue Origin di Jeff Bezos dopo uno stop di 15 mesi

admin
4 Min Read

[ad_1]

Il lancio della missione, denominato NS-24, è avvenuto con successo alle 17:45 ora italiana dalla base dell’azienda situata in Texas. A bordo non c’erano esseri umani ma 33 esperimenti scientifici

A 15 mesi di distanza dal fallimento della missione suborbitale NS-23, causato da un’anomalia del motore, è tornato a volare il razzo New Shepard della compagnia Blue Origin di Jeff Bezos. Il lancio della
missione, denominato NS-24, è avvenuto con successo alle 17:45 ora italiana dalla base dell’azienda situata in Texas, a Van Horn. A bordo nessun essere umano ma ben 33 esperimenti scientifici e 38mila cartoline del «Club per il Futuro», l’organizzazione no-profit fondata da Blue Origin che mira a coinvolgere i giovani nella scienza e nell’esplorazione spaziale. Il lancio, inizialmente previsto per lunedì 18 dicembre, era stato rinviato di un giorno a causa di un problema ai sistemi di terra. 

Il volo di oggi

Nel lancio di oggi  la capsula è arrivata ai margini dello spazio, esponendo gli esperimenti a qualche minuto di assenza di peso prima di atterrare, con un paracadute, di nuovo nel deserto. Il razzo è atterrato per primo, dopo aver rilasciato la capsula. Durante i 10 minuti di volo ha raggiunto un’altitudine suborbitale di 107 chilometri. Durante il lancio fallito del 2022, il razzo aveva iniziato a deviare dalla rotta poco dopo il decollo ed era poi precipitato; il problema era stato ricondotto a un ugello del motore del razzo che si era rotto a causa del surriscaldamento. In questi 15 mesi di stop sono state apportate modifiche al progetto degli ugelli e delle camere di combustione. 




















































Blue Origin ha lanciato i primi esperimenti per la Nasa nel 2019 e i primi passeggeri nel 2021, tra cui lo stesso Jeff Bezos e suo fratello. Il secondo equipaggio, pochi mesi dopo, comprendeva l’attore di Star Trek William Shatner. Complessivamente, Blue Origin ha effettuato sei lanci con 31 passeggeri, intervallando i voli di 10 minuti con lanci contenenti esperimenti scientifici. «Dopo un’attenta analisi della missione odierna, ci auguriamo di poter effettuare presto il nostro prossimo volo con equipaggio» ha dichiarato Erika Wagner, commentatrice del lancio durante la diretta streaming. Un razzo diverso da New Shepard, chiamato New Glenn e progettato per raggiungere l’orbita terrestre, non ha ancora volato: l’azienda punta a farlo debuttare l’anno prossimo, con partenza da Cape Canaveral, in Florida. Cinque anni fa Bezos ha svelato Blue Moon, il prototipo del suo lander per tornare sulla Luna ma il ritorno sul nostro satellite naturale sta accumulando ritardi e difficoltà.

19 dicembre 2023 ( modifica il 19 dicembre 2023 | 18:47)

[ad_2]

Source link

Leave a comment