Rainews, mobilitazione dei giornalisti. Si infuria il direttore

admin
3 Min Read

[ad_1]

Hanno annunciato 24 ore di mobilitazione, i giornalisti di Rainews, per protestare a gran voce contro la pessima organizzazione e le ingerenze politiche nella gestione del canale. L’annuncio, accompagnato da un comunicato di poche ma efficaci parole, ha colto di sorpresa la direzione della testata, portando a una dura replica in video da parte del direttore Paolo Petrecca. E nelle immagini, sullo sfondo, è apparsa incredibilmente una tv sintonizzata sul canale “rivale” di SkyTg24. Ecco di seguito tutti i dettagli della storia.




Rainews, la mobilitazione dei giornalisti

“Cattiva organizzazione del lavoro, redazioni sguarnite, ingerenze politiche nelle scelte della direzione e mancanza di pluralismo”. Sono queste le motivazioni con cui oggi, tramite breve comunicato, i giornalisti di Rainews hanno annunciato una maxi-mobilitazione di 24 ore. Stando a quanto sostengono i dipendenti del canale all news, il direttore Paolo Petrecca “non sta rispettando quanto scritto nel piano editoriale, e l’azienda non sostituisce i giornalisti in pensione o trasferiti ad altre testate”. Di conseguenza, aggiungono i giornalisti, “se entrambi continueranno a rimanere sordi alle nostre richieste saremo costretti a intraprendere azioni di protesta per garantire a voi cittadini un’informazione imparziale, indipendente e plurale”.

Immediata, e durissima, la replica del direttore Petrecca, che in un video registrato rispedisce al mittente e respinge “fermamente le accuse mosse”. Secondo lui, quelle riportate dal comitato di redazione sarebbero “tesi strumentali e offensive”, perché “nessuno, dico nessuno può parlare di ingerenze politiche, di sudditanza politica per quanto riguarda questa direzione”. Il direttore – che però, va sottolineato, in passato è stato più volte ospite di eventi organizzati da Fratelli D’Italia – ha poi aggiunto che le tre redazioni da lui gestite (all news, sito e televideo) rappresentano “un’eccellenza del servizio pubblico”. Peccato che alle sue spalle, mentre pronunciava queste solenni parole, lo schermo tv alla parete fosse sintonizzato sul canale della rivale SkyTg24. Sarà stata una svista clamorosa o uno smacco nei confronti degli scioperanti?

E intanto in mattinata è arrivata la contro-replica dell’Usigrai, che sottolinea a gran voce come il direttore Petrecca muova “accuse gravissime alla rappresentanza di base della redazione nel tentativo di delegittimarla”. “Il direttore”, spiega “accusa quindi i componenti del Cdr – legittimamente eletti e nel pieno del loro mandato e della loro funzione di rappresentanza della redazione – di muoversi per interessi personali”. Poi la conclusione inevitabile: “Ci chiediamo se il vertice aziendale sia al corrente dei contenuti gravemente lesivi di questa risposta e se l’abbia autorizzata. Se così fosse si tratterebbe di un atto di sfregio a corrette relazioni sindacali”.


[ad_2]

Source link

Leave a comment