Ospedali lombardi si riempiono di pazienti con il Covid, l’influenza o infezioni respiratorie varie: campagna vaccinale senza riscontro

admin
2 Min Read

[ad_1]

Gli ospedali lombardi in questi giorni si stanno riempiendo di pazienti con il Covid, l’influenza o infezioni respiratorie varie. I pronto soccorso sono in difficoltà, fanno già fatica a fronteggiare la marea montante di accessi. E la curva epidemiologica è ancora in crescita. Purtroppo, questo è il risultato di una campagna vaccinale che non ha avuto i riscontri attesi e di un ceppo virale influenzale particolarmente aggressivo. 

Al tutto si somma la presenza di altri virus respiratori, come il respiratorio sinciziale. Per le prossime festività, che vedranno molte occasioni di incontro, è fondamentale vaccinarsi, sia per l’influenza stagionale che per il Covid. Si è ancora in tempo per farlo, la vaccinazione rappresenta una protezione molto importante sia per le forme acute di malattia, sia per gli strascichi spesso prolungati che possono lasciare queste forme infettive. I sintomi vanno dalla sindrome post-Covid, con astenia profusa, cefalea, affaticamento, mialgie, all’asma post-infettivo con sintomatologia tussigena che può durare settimane. 

Vaccinarsi è poi una protezione anche per gli altri: pensiamo a quanti parenti e amici meno giovani incontreremo in questi giorni. Evitiamo di trascorrere o far trascorrere le vacanze di Natale in un pronto soccorso o in un reparto d’ospedale per la pigrizia o indolenza a perdere solo pochi minuti per vaccinarsi.
sergio@sergioharari.it 

[ad_2]

Source link

Leave a comment