Morto Luciano Bifulco, addio al papà della Braceria Bifulco di Ottaviano nota in tutto il mondo

admin
4 Min Read

[ad_1]

È spirato all’ospedale di Nola dopo aver lottato alcune ora tra la vita e la morte Luciano Bifulco. 40 anni appena compiuti, il proprietario della omonima braceria è un personaggio famoso del mondo del food in generale e dell’alta ristorazione in particolare. Insieme al fratello Nando costituiva la quarta generazione impegnata nel lavoro delle carni a Ottaviano. In ospedale era stato portato di prima mattina a seguito di un grave incidente.

Proprio da qui, dall’antica macelleria di famiglia è iniziata la sua avventura che lo ha visto protagonista con il consenso del padre e con il supporto costante del fratello in una impresa ciclopica. Piano piano il negozio si è trasformato in una gastronomia di prelibatezze di ogni tipo, la ricerca di Luciano per la qualità.

Ma il progetto di Luciano era più lungimirante, puntava a chiudere il cerchio dal produttore al consumatore attraverso la ristorazione. Non una braceria qualsiasi, ma qualcosa di altissimo profilo in cui tutti i dettagli, dall’arredo al segno grafico, dalla qualità della proposta al menu alla carta dei vini, fosse curati al meglio possibile. Nasce così Braceria Bifulco, con ben due braci ai due piani. 

Da lì sono nati i rapporti con i cuochi stellati, molti diventati suoi clienti proprio per la qualità delle carni, insuperabili.

Il suo ruolo è stato speciale perché ha talmente alzato l’asticella di questo segmento della ristorazione da costringere tutti gli altri a seguirlo, in una corsa al rialzo virtuoso che alla fine ha determinato un vero e proprio fenomeno in Campania, una regione dove non esisteva sino a qualche tempo fa una vera e propria tradizione di carne.

Durante il Covid Luciano ha perfezionato l’arte dell’asporto con un packaging di lusso iniziando a servire i clienti in tutta Italia, diventando una garanzia di qualità. Ma la sua opera è continuata con l’apertura della paninoteca Bifulco Exlusive al centro del Paese seguita personalmente dal fratello Nando e poi ancora, proprio quest’anno, con l’acquisizione dell’azienda Carmasciando e la crezione di un immenso caveau per formaggi e vini.

Luciano lascia la moglie Carmela e tre bambini.

Sul profilo Instagram della Braceria l’ultimo post che suona quasi come un ricordo scritto in occasione dei suoi 40 anni. Ecco il testo: «Si è già parlato tanto del talento di quest’ uomo, sulle sue capacità, del suo carisma e di quanto abbia in così poco tempo rivoluzionato il mondo della carne e della ristorazione in Italia… Ma oggi ci volevamo soffermare su un altro aspetto che ogni giorno ci motiva ed è fonte di ispirazione per ognuno di noi: la dedizione e la passione che ci mette in tutto ciò che fa. Primo ad entrare al mattino, ultimo ad uscire la sera, come oggi nonostante sia un giorno così importante per lui! Luciano Bifulco tu sei già storia… una grande storia d’amore… e noi siamo orgogliosi di farne parte. Tua moglie, i tuoi figli e la famiglia tutta, insieme al tuo team… ti fanno i più sinceri auguri di buon compleanno… questo è solo l’inizio di un viaggio meraviglioso».

Ha collaborato Francesco Gravetti

Leggi l’articolo completo
su Il Mattino

[ad_2]

Source link

Leave a comment