Elon Musk sul palco di Atreju con uno dei suoi 11 figli: «Per gli ambientalisti la natalità è un male. L’immigrazione non risolve il problema»

admin
4 Min Read

[ad_1]

È l’ospite del giorno ad Atreju. A Castel Sant’Angelo l’arrivo di Elon Musk è stato accompagnato da numerose forze dell’ordine e un elicottero che ha sorvolato la zona. È sceso dalla Tesla bianca con addosso una maglietta a maniche corte e subito è stato accolto con la padrona di casa Giorgia Meloni. Musk è poi salito sul palco di Atreju con uno dei suoi 11 figli in braccio. «La demografia è importante», esordisce. «L’immigrazione» non può risolvere il calo della «demografia» dei paesi industrializzati.

L’accusa agli ambientalisti

Musk nel suo intervento ad Atreju ha citato il caso della Cina che perderà il 40% «della sua popolazione. Il mio consiglio a tutti i leader di governo e alle persone è: assicuratevi di avere bambini per creare una nuova generazione». E accusa gli ambientalisti di essere contrari a politiche della natalità e favorevoli a un calo della popolazione. «Gli ambientalisti sono andati troppo avanti: guardano all’umanità come una cosa cattiva. Pensano che ci sono 8 miliardi di persone al mondo e che questo sia un male».

L’immigrazione illegale

Elon Musk esorta gli italiani e gli altri paesi industrializzati a fare figli «o la cultura dell’Italia, del Giappone e della Francia scomparirà». Il 52enne imprenditore di origine sudafricana ha sottolineato che per il calo demografico «rischiamo di non avere più questi paesi. L’Italia ha i confini certo ma è fatta dagli italiani, dalle persone. Sono a favore dell’immigrazione legale che va aumentata» mentre bisogna «fermare quella illegale». Secondo Musk “devi dare il benvenuto a chi arriva, è onesto, vuole entrare a far parte della cultura e lavora duro ma serve un processo di approvazione» per gli ingressi. Se «non c’è nessun filtro come fate a sapere chi sta arrivando?», ha aggiunto.

«Non demonizzare oil&gas ma lavorare per transizione»

«Quando spostiamo l’anidride carbonica dal sottosuolo all’atmosfera» bruciando carburanti fossili, afferma ancora il patron di Tesla, «cambiamo il clima. Nei prossimi decenni porteremo nell’atmosfera miliardi di tonnellate di anidride carbonica ma non credo che questo distruggerà» il nostro pianeta. «Il mio messaggio è pragmatico: non penso che dovremmo demonizzare l’Oil&Gas, nel medio termine, ma dobbiamo preoccuparci e avere un futuro gradualmente più sostenibile».

Edi Rama difende accordo Italia-Albania sui migranti

Prima di lui, standing ovation per il premier albanese Edi Rama. «La Corte costituzionale albanese ha fatto il suo dovere, perché per la Costituzione è automatico sospendere un accordo per prenderlo in considerazione prima della ratifica del Parlamento. È la prova che io non controllo le corti in Albania». Sono le parole del premier albanese Edi Rama, tra gli ospiti della kermesse di Fratelli d’Italia, Atreju. Commentando l’accordo sui migranti con l’Italia e lo stop pronunciato dalla Corte costituzionale albanese Rama si è poi detto «fiducioso» perché l’intesa «non ha nulla di incostituzionale. Entro marzo è il limite del tempo ma credo che la decisione sarà presa molto prima perché è un accordo molto importante e bisogna che entrambi i governi sappiamo se possono andare avanti o no».

[ad_2]

Source link

Leave a comment