Carne rossa, il nuovo studio ribalta tutto: alleata contro diversi tipi di tumore

admin
4 Min Read

[ad_1]

La carne rossa combatterebbe alcuni tipi di cancro: ecco la ricerca scientifica che sfida ciò che è sostenuto, da anni, dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Negli ultimi anni, il consumo di carne rossa è diventato oggetto di un acceso dibattito, alimentato da preoccupazioni legate alla salute individuale, all’ambiente e alla sostenibilità. Mentre la carne rossa è una fonte importante di proteine e nutrienti, diversi studi scientifici hanno sollevato interrogativi sulla sua connessione con alcune patologie, come le malattie cardiovascolari e il cancro. Ora, però, un recentissimo studio sfida tutto quello che abbiamo pensato fino a ora. 

Carne rossa, ricerca
Il dibattito sulla carne rossa – (Newsicily.it)

Da un lato, sostenitori della carne rossa sottolineano i benefici nutrizionali, tra cui l’apporto di ferro, zinco e vitamine essenziali. D’altra parte, ricercatori e professionisti della salute pongono l’accento sui rischi associati al consumo eccessivo di carne rossa, suggerendo che un’abbondanza di grassi saturi e colesterolo potrebbe contribuire a problemi cardiaci.

Il dibattito si estende anche all’impatto ambientale dell’industria della carne. La produzione di carne rossa è spesso associata a emissioni di gas serra, deforestazione e utilizzo intensivo delle risorse idriche. Alcuni sostenitori di uno stile di vita sostenibile abbracciano diete a base vegetale, affermando che ridurre il consumo di carne rossa può contribuire a mitigare i cambiamenti climatici e a preservare le risorse naturali.

La sostenibilità diventa un elemento chiave nella riflessione sulle scelte alimentari. La produzione di carne richiede grandi quantità di terra e acqua, oltre a contribuire significativamente all’inquinamento dell’acqua e del suolo. Pertanto, molti consumatori si stanno orientando verso alternative a base vegetale, spinti dalla consapevolezza dell’importanza di ridurre l’impronta ecologica personale.

L’industria alimentare sta sperimentando soluzioni innovative, come la produzione di carne sintetica in laboratorio o lo sviluppo di alternative vegetali che replicano il sapore e la consistenza della carne tradizionale.

Carne rossa: lo studio che sfida il pensiero comune

Il dibattito sul consumo di carne rossa riflette una crescente consapevolezza dei legami intricati tra alimentazione, salute e ambiente. L’equilibrio tra i benefici nutrizionali della carne rossa e le sfide legate alla salute e alla sostenibilità richiede un approccio ponderato e informato da parte dei consumatori. Il consiglio è sempre quello di affidarvi agli esperti che, va detto, indicano in due-tre volte alla settimana il consumo ideale di carne. 

Carne rossa contro il cancro
Carne rossa alleata contro il cancro? Lo studio – (Newsicily.it)

La ricerca continua e l’innovazione nell’industria alimentare potrebbero aprire la strada a soluzioni che soddisfano sia il desiderio di nutrimento che la necessità di preservare il nostro pianeta. E, a proposito di ricerca, è assolutamente rivoluzionaria quella che arriva dall‘Università di Chicago, che dimostrerebbe l’importanza di un nutriente presente nella carne rossa e nei latticini che aiuterebbe a combattere l’insorgenza di alcuni tipi di cancro.

I ricercatori di Chicago, dunque, sfidano quanto sostenuto, ormai da anni, anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. E lo fanno parlando di un nutriente chiamato acido trans-vaccenico (o Tva), che migliorerebbe le capacità delle cellule conosciute con il nome T CD8+ di infiltrarsi nei tumori e attaccare le cellule cancerose.

I ricercatori avrebbero dimostrato che i topi nutriti con una dieta piena di Tva avrebbero ridotto la crescita del melanoma e del cancro al colon, rispetto ai roditori nutriti con una dieta controllata. La scoperta apre la strada all’utilizzo del solo nutriente come integratore alimentare per aiutare vari trattamenti contro il cancro basati sulle cellule T. La ricerca è stata pubblicata sulla prestigiosa rivista “Nature”.

[ad_2]

Source link

Leave a comment