Borse oggi in diretta | Europa attesa poco mossa. Focus sull’Ecofin straordinario

admin
5 Min Read

[ad_1]

Borse europee attese poco mosse in avvio di seduta. Il future sull’Eurostoxx avanza solo dello 0,09%. Rialzi frazionali anche per i futures di Wall Street: quello sul Dow Jones guadagna lo 0,02% e quello sull’S&P500 lo 0,02% in una giornata ricca di dati macro. Inoltre, c’è molta attesa per l’Ecofin straordinario in videoconferenza in cui si cercherà di trovare la quadra sulla riforma delle regole di bilancio Ue ed evitare che le vecchie norme tornino in vigore dal 1° gennaio.

Raffica di dati macro Ue e Usa

Già pubblicata l’inflazione a novembre in Gran Bretagna, scesa oltre le attese degli economisti (+0,2% mese su mese la stima del consenso e +4,4% anno su anno): -0,2% mese su mese (+3,9% anno su anno). E i dati sui prezzi alla produzione in Germania, che a novembre sono calati dello 0,5% su base mensile e del 7,9% a livello annuale (precedente: -0,1% mese su mese, -11% anno su anno), e sull’indice di fiducia dei consumatori Gfk che a gennaio è migliorato solo leggermente a -25,1 punti (precedente: -27,8 punti). Dagli Stati Uniti, invece, alle 13 è in agenda l’indice settimanale richieste mutui (precedente: +7,4% a 194,5 punti), alle 16 il dato sulle vendite di case esistenti a novembre (precedente: 3,79 milioni di unità; consenso: 3,78 milioni) e l’indice sulla fiducia dei consumatori a dicembre (precedente: 102 punti; consenso: 103,8 punti). Alla stessa ora è previsto l’indice sulla fiducia dei consumatori a dicembre preliminare dell’Eurozona (precedente: -16,9 punti; consenso: -16,5 punti). Per chiudere alle 16:30 con le scorte settimanali di petrolio che al momento fotografa il Wti a 74,06 dollari al barile (+0,16%) e il Brent a 79,27 dollari al barile (+0,05%).

Focus sull’Ecofin straordinario

In attesa alle 15 anche del discorso del capo economista della Bce, Philip Lane, l’euro scende dello 0,22% a 1,095 dollari. Ieri, 19 dicembre, il membro del board della Bce, Francois Villeroy de Galhau, ha affermato che i tassi dovrebbero essere tagliati nel corso del prossimo anno. Mentre negli Usa il presidente di Fed Atlanta, Raphael Bostic, ha detto che non c’è “urgenza” per il taglio dei tassi. Il rendimento del Btp 10 anni scende al 3,635% in attesa dell’Ecofin straordinario in videoconferenza in cui si cercherà di trovare la quadra sulla riforma delle regole di bilancio Ue ed evitare che le vecchie norme tornino in vigore dal 1° gennaio. Francia e Germania hanno annunciato di aver trovato un accordo “al 100%” su come riformare il patto Ue di stabilità e crescita. Il ministro delle Finanze francese, Bruno Le Maire, e il ministro delle Finanze tedesco, Christian Lindner, volevano concordare una posizione comune franco-tedesca prima dell’Ecofin straordinario con i loro omologhi dell’Ue, che sarà probabilmente l’ultima possibilità di raggiungere un accordo prima della fine dell’anno.

Sul listino milanese attenzione a Tim con il cda di F2i pronto a riunirsi per dare l’ok alla costituzione del veicolo che investirà attorno ad 1 miliardo di euro nella rete fissa del colosso tlc, nell’ambito dell’operazione che porterà l’asset sotto il controllo di Kkr, e a Unicredit che dall’11 al 15 dicembre ha acquistato un totale di 8.121.537 azioni a un prezzo medio di 24,3063 euro. A seguito dell’annullamento delle azioni proprie avvenuto il 12 settembre 2023, la banca detiene 64.218.351 azioni proprie pari al 3,60% del capitale sociale. Inoltre, è da monitorare Stellantis alla luce dei dati sulle immatricolazioni auto a novembre in Europa. Nei Paesi Ue, Efta e in Gran Bretagna sono aumentate del 6% a 1.075.756 unità rispetto a novembre 2022. Contro corrente il gruppo Stellantis ha visto le immatricolazioni scendere del 2,8% a novembre con una quota di mercato calata dal 17,4% di ottobre al 14,9%.
 

(riproduzione riservata)

[ad_2]

Source link

Leave a comment