arriva la nuova Variante JN.1. Ecco i rischi secondo l’OMS

admin
3 Min Read

[ad_1]

Arriva la nuova variante JN.1 del Covid

Arriva la nuova variante JN.1 del Covid


A causa della sua grande diffusione, l’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) ha classificato la variante di Sars-CoV-2 JN.1 come ‘variante di interesse’.

Si tratta, come riporta anche Skytg24, della variante emersa per la prima volta in Lussemburgo, che contiene un’ulteriore mutazione caratteristica rispetto alla già conosciuta Pirola. L’Oms sottolinea infatti: “sulla base delle evidenze disponibili, il rischio aggiuntivo per la salute pubblica globale rappresentato da JN.1 è attualmente valutato come basso, ma nonostante ciò con l’inizio dell’inverno nell’emisfero settentrionale potrebbe aumentare il carico di infezioni respiratorie in molti Paesi”.

Secondo alcuni studi svolti dagli esperti, JN.1 ha una infettività molto elevata e si rischiano nuove ondate di infezioni tra Natale e Capodanno. Al momento, infatti, sempre l’Oms ha ricordato che “i vaccini continuano a proteggerci dalle malattie gravi e dalla morte dovute a JN.1 e ad altre varianti”. Ad ogni modo è consigliabile adottare misure per prevenire le infezioni utilizzando tutti gli strumenti disponibili, tra cui: indossare una mascherina FFP2 quando ci si trova in luoghi affollati, chiusi o scarsamente ventilati, mantenendo il più possibile una distanza di sicurezza dagli altri. Ad oggi la variante JN.1 è diffusa maggiormente negli Stati Uniti e, secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), rappresenta il 15-29% delle infezioni.

Quello che notiamo è che oggi con JN.1 aumentano le reinfenzioni. Faccio un esempio: chi è stato contagiato a fine estate o inizio autunno, magari con Pirola, può anche contagiarsi di nuovo” spiega Massimo Ciccozzi, responsabile dell’Unità di Statistica medica ed Epidemiologica della Facoltà di Medicina e Chirurgia del Campus Bio-Medico di Roma. Non solo, anche il virologo dell’università degli Studi di Milano, Fabrizio Pregliasco, è intervenuto in merito alla nuova variante, affermando: “JN.1 non ha una patogenicità pesante. E’ benevola, ma è immunoevasiva, quindi produce casi lievi che però, proprio per questo motivo, alimentano la catena dei contagi”.

Gli esperti raccomandano di proteggere i soggetti più fragili con i vaccini, poiché la protezione con il passare dei mesi cala ed è fondamentale che vengano ripetuti.


iLMeteo è anche su WhatsApp!


E’ sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati.



[ad_2]

Source link

Leave a comment