Alimentazione del gatto: i 5 errori che fanno tutti, ma che sarebbe meglio evitare

admin
3 Min Read

[ad_1]

I 5 errori che fanno tutti nell’alimentazione del gatto e che sarebbe meglio evitare per assicurargli salute e benessere.

Il gatto è un animale domestico indipendente e fiero che però nel tempo si affeziona molto a chi si prende cura di lui. Sicuramente per assicurare salute e benessere al peloso è molto importante fare attenzione alla sua alimentazione. 

Gatto: l'importanza dell'alimentazione
L’importanza dell’alimentazione del gatto – sulmonaoggi.it

L’alimentazione è infatti un fattore da non sottovalutare quando si parla di gatti: proprio grazie al cibo che mangiano, i pelosi potranno avere le giuste energie per fare le loro attività quotidiane. Si tratta pur sempre di un animale molto vivace e che non sta mai fermo, seppure si trovi tra le mura domestiche. 

I 5 errori da evitare nell’alimentazione del gatto

Vuoi per inesperienza (perché magari è il primo gatto che si ha in casa), vuoi perché si pensa che il gatto mangi come il cane o come un umano, si fanno spesso degli errori nella sua alimentazione che però sarebbe meglio evitare.

Gatto: i 5 errori da evitare nella sua alimentazione
I 5 errori da evitare nell’alimentazione del gatto – sulmonaoggi.it

Gli errori sono:

  1. Far mangiare il gatto una o due volte al giorno: questo animale non è come i cani e le sue abitudini sono completamente diverse. Deve mangiare poco e spesso ed avere del cibo sempre a disposizione da trovare negli angolini della cosa, pronto all’occorrenza da mangiare.
  2. Dargli da mangiare solo croccantini: variare è la parola chiave. La monotonia nel cibo può essere pericolosa perché non si assicurano tutti i giusti nutrienti all’animale. Bisogna invece dare anche del cibo umido che possa offrigli la giusta idratazione. 
  3. Far mangiare tutti i gatti insieme con le ciotole vicine: se in casa si hanno più gatti, è meglio che ognuno abbia la propria ciotola in un posto diverso. Possono infatti esserci delle prepotenze e quindi un gatto mangerà più dell’altro ed in più questi sono animali che non amano condividere le loro cose.
  4. Mettere le ciotole per terra, magari in un angolo vicino al muro: la posizione della ciotola è un aspetto molto importante da considerare. L’ideale è posizionarla in alto in un luogo che consenta al gatto di avere una visuale a 360° mentre mangia.
  5. Non inserire mai del cibo cucinato nella dieta del gatto: a volte si ha paura di dare al gatto qualcosa di diverso da mangiare. In realtà si può “osare” preparandogli qualcosa ad hoc, soprattutto se lo gradisce. In questo modo si offrirà una dieta più variegata all’animale. L’unica cosa a cui fare attenzione è ricordarsi che il gatto è un carnivoro stretto e quindi bisogna evitare di dargli del cibo salato o cucinato con salse o aromi. Meglio cotture semplici e leggere, senza troppe lavorazioni.

[ad_2]

Source link

Leave a comment