Accordo Italia Albania sui migranti sospeso dall’Alta Corte albanese

admin
2 Min Read

[ad_1]


La Corte costituzionale albanese ha annunciato la sospensione delle procedure parlamentari per l’approvazione dell’accordo tra Edi Rama e Giorgia Meloni sui migranti, prevista per domani. La Corte è stata chiamata in causa da due ricorsi presentati separatamente dal Partito democratico albanese e altri 28 deputati schierati a fianco dell’ex premier di centrodestra Sali Berisha. Nel ricorso accettato si sostiene che l’intesa viola la Costituzione e le convenzioni internazionali alle quali l’Albania aderisce. Ciò comporta che la ratifica parlamentare dell’accordo sia sospesa fino a quando la Corte non si esprimerà con una sentenza, per la quale ha tempo 3 mesi. L’esame del ricorso è previsto il 18 gennaio 2024.

“Una clamorosa figuraccia europea”, afferma in una nota l’esponente dei Verdi e parlamentare di Avs, Angelo Bonelli. “Come già dimostrato dall’esito dell’accordo tra UK e Ruanda, quando prendono scorciatoie rispetto ai principi del diritto internazionale, i nodi presto o tardi vengono al pettine”, ha commentato su X il senatore di Italia viva Ivan Scalfarotto.

Pochi minuti prima della decisione dell’Alta corte albanese, da Bruxelles era stata diffusa la lettera ai leader Ue della presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, sullo stato di attuazione dei piani sulle migrazioni. E un passaggio era riservato proprio all’accordo tra Roma e Tirana: “Abbiamo visto importanti iniziative guidate dagli Stati membri, come l’accordo operativo tra Italia e Albania. Costituisce un esempio di pensiero fuori dagli schemi, basato su un’equa condivisione delle responsabilità con i Paesi terzi in linea con gli obblighi previsti dal diritto internazionale e dell’Ue”.










[ad_2]

Source link

Leave a comment